Notizie dai Social

4 days ago

La Gilda Dei Bardi/Tana dei Goblin Reggio Emilia

Foto del diarioCome promesso, 13 anteprime in una settimana! State tenendo il passo?
Quale anteprima vi ha incuriosito di più?

13 previews in a week!
What's your favorite?
(www.goblins.net)

@spiel_messe #tanadeigoblin #spiel #essen2019 #spiel2019 #giocodatavolo #boardgame #gdt #bgg #geek #game #boardgamegeek
... See MoreSee Less

View on Facebook

È venerdì!
Vi aspettiamo come sempre dalle 20:30 presso il centro giovani "il formicaio" in via don Pasquino Borghi n. 5 a Castelnovo Monti (RE).
Tanti giochi e ottima compagnia!!
Non mancate👍
... See MoreSee Less

View on Facebook

1 week ago

La Gilda Dei Bardi/Tana dei Goblin Reggio Emilia

#giocareèunacosaseria. Soprattutto se lo chiede re Tritus.

Quando si parla di classici che bene o male tutti hanno provato almeno una volta si nomina spesso Kingsburg – più che altro perché a un certo punto della vita dire vodka Red Bull o tequila bum bum non è proprio il massimo. Il gioco è ritenuto essere il precursore della gestione dadi, meccanica che poi ha fatto la fortuna di case come Hans im Glück, Ravensburger Alea e Knorr.
Una partita è divisa in cinque round, ovvero anni divisi in tre stagioni produttive e un inverno di combattimenti contro invasori estranei che vengono risolti in un baleno – ma mai quanto ne Il trono di spade. Nelle stagioni produttive i giocatori lanciano i loro tre dadi e, a cominciare da quello con la somma più bassa, sacramentano senza ritegno. Con i dadi si possono influenzare i consiglieri e finanche il re stesso – come se non bastassero i rimbrotti di sua moglie. Peraltro è risaputo come sia molto più forte la regina – influenzabile col diciassette – che non il re al diciotto: la scelta è dovuta all’editore, che ha voluto far capire chi comanda davvero.
Ciascun personaggio fornisce bonus in risorse, forza militare e punti vittoria – lo dico casomai poteste pensare che il gioco è ambientato. Con le risorse si possono costruire edifici, i quali suggeriscono una serie di strategie diverse e tutte ugualmente dominanti.
Le battaglie sono agevolate dall’invio di truppe reali - meccanica questa notevolmente migliorata dall’espansione più imprescindibile della storia, dopo quella dello spazio per la vostra collezione di giochi. La trovate inclusa nella nuova edizione, che non a caso costa quanto mantenere un esercito per un inverno.
A parte la dipendenza dal caso – che è una caratteristica e non un difetto, come direste della vostra pigrizia – Kingsburg soffre un po’ per la lunghezza delle partite, che arrivano a durare quanto un incontro di calcio guardato in streaming su Dazn. Rimane un piccolo capolavoro italiano, magari superato, ma di grande importanza storica – è un po’ la Lettera 32 dei giochi da tavolo, solo più impolverato.
... See MoreSee Less

View on Facebook